domenica 31 marzo 2019

"La casa di carta", una serie favolosa!


Una serie tv bellissima perché piena di colpi di scena.


Personaggi e interpreti:
Raquel Murillo, Itziar Ituño
Il Professore, Álvaro Morte
Moscù, Paco Tous
Berlin, Pedro Alonso
Nairobi, Alba Flores
Denver, Jaime Lorente
Mónica Gaztambide, Esther Acebo
Arturo Romàn, Enrique Arce
Alison Parker, María Pedraza
Helsinki, Darko Peric

Una serie favolosa, una puntata tira l'altra, personaggi maschili bellissimi, personaggi femminili in cui immedesimarsi e la suspense giusta per incuriosire lo spettatore.
La rivedremmo volentieri, perché è piena di colpi di scena e parti d'azione, come in quella scena dove scappano dopo aver rubato nella zecca di stato.

Quindi guardatela tutti su Netflix!!!


5 stelle



giovedì 28 marzo 2019

"10 giorni senza mamma", riderete 120 minuti su 100!


Frase dal film:
Vado 10 giorni a Cuba con vostra zia Caterina!”
Giulia (Valentina Lodovini)


Questo è il link del trailer

Domenica, io e la mia famiglia non sapevamo cosa fare...E cosa c'è di più divertente che andare al cinema e poi un bell'hamburger all'old wild west?

Esatto! Sono andata a vedere un film intitolato ''10 giorni senza mamma''

Un film divertentissimo, rende bene l'idea di come potrebbe essere la vita senza tutte le regole che mamma ci impone, avete presente? 

Del tipo: metti a posto tutto in... (conta)...3 minuti, vai a pulire le foglie delle piante...le voglio vedere splendenti, rifai il letto e contemporaneamente leggi un buon libro, fai i compiti....anche quelli di domani e quelli di domani l' altro...

Dopo che la mamma se n'è andata in vacanza 10 giorni, ce la farà un papà molto indaffarato a gestire la sua banda di piccoli mostriciattoli?

Regista:
Alessandro Genovesi

Attori principali: 
Papà Carlo, Fabio de Luigi
Mamma Giulia, Valentina Lodovini



Ecco parte del cast di questo stupendo e divertente film, anche se non ho trovato proprio tutti i personaggi vi dirò che hanno un ruolo fondamentale i figli di Giulia e Carlo: la più grande è Camilla di 13 anni, Tito, il figlio di mezzo e Bianca, la più piccola di tutti.

Consiglio vivamente: ''10 giorni senza mamma'', riderete 120 minuti su 100.

In una scena, Tito e un suo amico fanno uno scherzo a Carlo (il papà): Tito si finge morto e l'amico, da dietro la porta, gli tira un mazzata sui denti e gli stacca gli incisivi facendolo parlare con la ''S'' moscia... Ancora, se ci ripenso, mi metto a ridere...!!! 

Alla prossima e buona visione!

mercoledì 27 marzo 2019

Cosa fa l'80% delle persone: legge libri o guarda film?


Non sapete cosa fare, fuori piove e non avete voglia di giocare, avete finito la lezione ecc.
Cosa fare? Leggere un libro o guardare un film???


Io preferisco leggere libri, ho letto un sacco di libri nella mia vita, un po' di tutti i tipi soprattutto fantasy e investigativi. 
Voi cosa preferite? Fantasy, gialli, horror, di azione, drammatici, romantici...?

Per vedere se la gente preferisce libri o film ho intervistato alcuni miei compagni:
film. .libro. .film. .film. .film. .libro. .film. .film. .libro. . .

Direi che è evidente che la maggior parte delle persone preferisce guardare film...perché? È più facile? Non ti devi spremere le meningi? Forze siamo troppo legati alla tecnologia!?


Secondo voi? Dite cosa ne pensate.

martedì 26 marzo 2019

L'Hip-Hop come stile di vita!

"Bailame como si fuera la última vez
Y enséñame ese pasito que no sé
Un besito bien suavecito bebé
Taki Taki
Taki Taki, rumba"


Ho iniziato HIP-HOP all'età di 7 anni, ma dopo un anno ho dovuto smettere per un problema alle ginocchia. Ho ripreso 3 anni fa dopo "una pausa forzata".

Adesso ballo e sono veramente contenta della mia crew: 
siamo molto uniti e abbiamo tutti buone potenzialità.
La mia crew è formata da 8 persone, siamo tutte femmine e ci chiamiamo "Crazy Girls".



Le tre cose che preferisco dell'HIP-HOP sono:
  1. Ballare per esprimermi
  2. La musica che si usa nell' HIP-HOP
  3. Le persone che mi circondano quando ballo!!!
Per chi non lo sapesse l' HIP-HOP è diviso in diversi stili:

NON SOLO UNA PASSIONE, MA UNO STILE DI VITA

Per saperne di più clicca qua


domenica 24 marzo 2019

"La Natura InVeste", esperienze di un progetto incredibile!


"La natura in Veste" è un progetto interdisciplinare che ha coinvolto la classe IID del nostro Istituto, la classe IIIA del Liceo Artistico F. Russoli di Cascina e un corso di Modartech di Pontedera.

1° STEP: ALLA CERTOSA

Per prima cosa siamo andati al Museo Nazionale della Certosa di Calci e abbiamo fatto i seguenti laboratori:


LABORATORIO MONACI SPEZIALI:

Abbiamo annusato delle piante aromatiche e abbiamo preparato delle tisane e ci siamo accorti che la natura può curare. Ogni gruppo, in quel laboratorio, doveva risolvere un problema di salute.


DISEGNO DAL VERO DI ANIMALI DEI MONTI PISANI :

Abbiamo toccato e disegnato dal vero animali naturalizzati, cioè animali privi di ossa e organi che hanno solo il pelo.
Davanti a me avevo un Martin Pescatore, ho potuto toccare il piumaggio ed è stata una sensazione magnifica.

2° STEP: A SCUOLA


A scuola abbiamo ripreso i bozzetti degli animali disegnati al museo e li abbiamo riportati su dei fogli più grandi inserendo anche disegni di piante che la prof. di arte ha portato dai Monti Pisani.


3° STEP: AL LICEO ARTISTICO DI CASCINA


Siamo andati al liceo artistico F. Russoli di Cascina, abbiamo dato agli studenti di terza i nostri disegni e loro hanno scelto delle parti per creare un motivo decorativo per tessuti.

4° STEP: AL MUSEO DEL TESSUTO DI PRATO


A Prato siamo andati nel Museo del Tessuto e abbiamo visto dei piccoli pezzi di tessuto che risalgono al Rinascimento. Quante fantasie, quanti colori e materiali diversi ci sono!
Dopo abbiamo sperimentato in un laboratorio l'arte della serigrafia, un  modo particolare di stampare motivi decorativi sui tessuti. 



Abbiamo realizzato insieme agli studenti della 3A del Liceo Artistico delle stampe serigrafiche su T-shirt, ognuno del colore che voleva. 

Adesso aspettiamo che il liceo artistico consegni i suoi lavori a Modartech che li trasformerà in abiti. E non è tutto, a settembre parteciperemo all'allestimento della mostra che illustrerà il nostro lavoro "a più mani" alla Certosa di Calci. 





giovedì 21 marzo 2019

La scuola contro la violenza, qualcuno con cui parlare!



“L’importante è sapere che nella scuola c’è qualcuno che ascolta, 
con cui parlare”

La discriminazione, il bullismo, il disagio; questi sono gli argomenti che interessano ogni scuola del nostro tempo.
Ci sono vari motivi per cui avvengono, tra cui maleducazione, rabbia per colpa di esterni, insicurezza, voglia d’accettazione e ricerca di attenzioni.

Serviva una voce che ne parlasse, ed eccola qua: il DADABlog!

Oggi abbiamo intervistato la Prof.ssa Elisabetta Formaggi, referente per la discriminazione, bullismo e lotta al disagio della nostra scuola.


In questo video risponde alle domande su cosa fare nel caso in cui si fosse vittime di violenza (di qualsiasi tipo) e non si sapesse come comportarsi.
Parla di generazioni connesse, del team formato per cercare di contrastare il bullismo, di corsi di formazione per docenti sul tema, dello sportello d’ascolto e di molto altro.




"Arrivano i prof", un film da vedere.


Sarò sincero, io me lo sono visto così tanto che lo so recitare a memoria e lo rivedrei altre 100 volte.
Da 1 a 10. . .gli do 12 e vi dico che è molto divertente ma non banale, se lo guardate aspettatevi di tutto!


la trama
Dei prof. vorrebbero rubare, per i propri alunni, le soluzioni dell'esame di maturità nella sede del Ministero della Pubblica Istruzione a Roma, ma prendono, per errore, quelle delle medie.
La storia è così bella e divertente che ti sorprende di continuo!
Sembra che il metodo di quei prof. funzioni meglio che "farsi la barba sui libri".
Chi non vorrebbe farci almeno un anno in quella stranissima scuola?

ARRIVANO I PROF dandandan!

Detto questo vi dico di andarlo a vedere perché è veramente fantastico! 

info utili
Arrivano i prof è un film del 2018 diretto da Ivan Silvestrini. La pellicola è l'adattamento del film francese del 2013 Les Profs, ispirato a sua volta ad un libro francese.

Ecco il trailer!

martedì 19 marzo 2019

Adesso a scuola: Mini-campionato pallavolo e calcetto


Un mini-torneo di pallavolo e calcetto che coinvolge tutte le classi terze nella palestra della scuola. Si svolge nel periodo tra Febbraio e Aprile. 
Ho assistito a qualche match. Durante il match di pallavolo e calcetto c'era un clima molto combattivo e molta adrenalina da parte dei giocatori.




Di seguito alcuni link a video con momenti che secondo me sono memorabili nella storia della pallavolo.



Ho notato che alcuni ragazzi erano felici, si vedeva che gli occhi gli brillavano quando con una schiacciata avevano ottenuto la vittoria. A volte invece ho visto volti tristi e molto scoraggiati dalle sconfitte subite. 
I match più  agitati sono comunque quelli di calcetto perchè più combattivi, più "rissosi", i ragazzi danno il meglio e il peggio di sé solo perchè vogliono vincere a tutti i costi.

Per esempio, alla fine della prima partita di calcetto, un avversario ha sbattuto la mano sulla panchina e si è fratturato il polso.

Restate connessi se volete altri dettagli sulle partite.


"The Umbrella Academy", dal fumetto alla serie.


“Five: I'm not looking for happy.
Handler: Oh...we're all looking for happy.“


The Umbrella Academy è una serie televisiva americana scritta da Steve Blackman per Netflix, va assolutamente vista in lingua originale!


Se dovessi dare un parere in stelle, voterei 4,5 su 5, perché la storia è molto avvincente, e gli attori bravi, ma l’unico difetto della serie è che non rispetta assolutamente il fumetto. 

Eh sì, c’è anche il fumetto! è stato pubblicato in edizione limitata nel 2007 dal cantante del gruppo musicale “My chemical romance”, Gerard Way.


La storia del fumetto originale è completamente diversa dalla serie TV; per esempio i poteri dei ragazzi sono diversi e anche la storyline differisce per molti aspetti.

La serie ha inizio il 1° ottobre 1989, 43 donne in tutto il mondo partoriscono. La cosa curiosa è che la mattina dello stesso giorno quelle ragazze non erano incinte; questo incuriosisce l'avventuriero Reginald Hargreeves, che adotta 7 dei bambini nati.
Il bambino, poi il ragazzo numero 5, ha l’abilità di teletrasportarsi e riesce a viaggiare nel tempo e fare un salto temporale che gli farà capire che il mondo sarà distrutto.
I fratelli dovranno riuscire in 8 giorni a fermare la catastrofe che incombe sulla terra.

Ogni episodio dura 60 minuti, e 60 minuti di piacere! Consiglio vivamente questa serie TV!

Ecco il link del trailer